Il produttore di GPU Nvidia acquista Chip Maker ARM per 40 miliardi di dollari

La californiana Nvidia, con sede a Nvidia, sta acquistando la britannica Arm Holdings, designer di chip per computer, dalla Softbank Group Corp. in un affare del valore di 40 miliardi di dollari.

Specializzato nella produzione di hardware per console di videogiochi

Il colosso del chip Nvidia, specializzato nella produzione di hardware per console di videogiochi, GPU per schede grafiche, processori per l’industria dell’intelligenza artificiale, e i cui chip sono utilizzati, tra gli altri, dal settore dell’estrazione di criptoelettronica, ha dichiarato in un comunicato stampa che pagherà a Softbank una combinazione di contanti e azioni della transazione. Il conglomerato giapponese ha acquistato Arm per 32 miliardi di dollari nel 2016.

Secondo Jensen Huang, amministratore delegato di Nvidia, l’ultimo accordo dovrebbe creare „la prima società di calcolo per l’era dell’intelligenza artificiale“ (AI). Ha aggiunto che Arm rimarrà con sede a Cambridge, in Inghilterra, e manterrà il suo marchio.

„Ci espanderemo su questo grande sito e costruiremo una struttura di ricerca sull’intelligenza artificiale di livello mondiale, sostenendo gli sviluppi nel campo della sanità, delle scienze della vita, della robotica, delle auto a guida automatica e in altri campi“, ha detto Huang.

Le unità di elaborazione grafica (GPU) prodotte da Nvidia sono utilizzate principalmente nelle console per videogiochi e nelle schede grafiche, ma sono state anche impiegate per estrarre risorse digitali come ethereum (ETH), monero (XMR) e zcash (ZEC). Le GPU sono ormai inutili per l’estrazione del Bitcoin Era, che è passato a minatori di circuiti integrati (ASIC) più efficienti e specifici per le applicazioni.

La tecnologia di Arm è la spina dorsale della maggior parte della tecnologia degli smartphone esistenti. L’azienda crea progetti che altre aziende come Apple, Samsung Electronics e Huawei sviluppano in chip personalizzati. La sua tecnologia sta anche iniziando a guadagnare terreno nei centri dati cloud. Ad oggi, Arm dice che 180 miliardi di chip sono stati realizzati sulla base dei suoi progetti.

Simon Segars, CEO di Arm, in dettaglio:

„Mettendo insieme i punti di forza tecnici delle nostre due aziende possiamo accelerare il nostro progresso e creare nuove soluzioni che permetteranno di creare un ecosistema globale di innovatori“.

Secondo i termini della transazione – approvata dai consigli

Secondo i termini della transazione – approvata dai consigli di amministrazione di Nvidia, Softbank e Arm – Nvidia pagherà a Softbank 21,5 miliardi di dollari in azioni e 12 miliardi di dollari in contanti. Almeno 2 miliardi di dollari sono pagabili alla firma. Softbank può anche ricevere fino a 5 miliardi di dollari in contanti o in azioni se vengono raggiunti determinati obiettivi. Nvidia emetterà 1,5 miliardi di dollari in azioni per i dipendenti del braccio.

L’accordo dà a Nvidia una via d’accesso ai chip mobili, ma è probabile che debba affrontare un attento esame da parte delle autorità di regolamentazione che potrebbero essere preoccupate per questioni di monopolio e conflitto d’interessi. Nel Regno Unito, diversi dirigenti aziendali hanno già firmato una lettera aperta che invita il Primo Ministro Boris Johnson a fermare l’acquisizione.

Le azioni di Nvidia sono scese di circa il 4% a 500,58 dollari nel mercato azionario del Nasdaq mercoledì, prima di scivolare ulteriormente a 498,92 dollari giovedì. Nelle ultime 52 settimane, il titolo ha oscillato tra un massimo di 589,07 dollari e un minimo di 169,32 dollari. Nvidia vanta una capitalizzazione di mercato di oltre 340 miliardi di dollari.

Nvidia è stata fondata nel 1993 e inizialmente ha iniziato a vendere schede per computer progettate per migliorare l’esperienza dei videogiochi. In seguito si è espansa in altri mercati, compresa almeno un’incursione nel settore dell’hardware per l’estrazione della crittovaluta.

Comments are closed.